Cerca
Close this search box.
Stai cercando qualcosa?
Indice dei contenuti
< Tutti i topics
Stampa

Nurgle

Nota per il role-play

Ricorda sempre che le informazioni di questa pagina e delle altre riguardanti il caos e le sue manifestazioni sono utilizzabili in gioco, frammentarie, solo da chi possiede conoscenza demonologia o conoscenze analoghe. La maggior parte del popolino ha una paura atavica e ferale anche solo della parola caos, ed evita di averne la più piccola informazione, per evitare di essere bruciato o di impazzire e mutare; anche gli stessi cultisti degli dei oscuri non conoscono che una parte del loro credo e del male che venerano, e anzi certe volte non sono neppure consci di essere dei cultisti. L’erudizione sulle varie forme del pernicio è permessa solo a sacerdoti e maghi, che usano queste conoscenze proibite per proteggere al meglio i domini dell’uomo a scapito della loro sanità mentale e della loro anima.

Nurgle

Il Signore della peste, il Grande corruttore, Creatore delle piaghe, il Signore delle mosche

Nurgle è il ripugnante dio del caos della malattia, del decadimento,e dell’entropia; come signore delle pestilenze egli è l’ideatore dei tormenti, il padre delle piaghe, e l’untore per antonomasia. Si compiace nel propagare il suo amorevole tocco di pestilenza ai mortali, originando nuove piaghe da dare in dono ai viventi e, nonostante il suo aspetto infetto, nurgle è innaturalmente forte e robusto, e pieno di demoniaca vitalità, e i suoi seguaci sembrano diventare sempre più forti anche quando i loro corpi sono martoriati da piaghe e infezioni necrotiche, riempiti di malsani umori e sangue infetto. Nurgle lotta per propagare la sua presenza nel mondo tramite piaghe, e non desidera altro che vedere il Vecchio Mondo tramutato in una fetida fossa di morte, vita,  malattie e putrefazione. Vede la bellezza in qualsiasi cosa sia marcia fetida o infetta, dilettandosi nella lucentezza scintillante di una pustola palpitante ed esultando nel pallore cereo di un malato ammorbato da uno dei suoi tanti contagi. I cultisti di Nurgle includono i malati, i nichilisti, e i pazzi; i suoi seguaci provengono comunemente dai più bassi ceti sociali, gli ultimi, i disperati, coloro che temendo la morte non attendono la fortuita attenzione di una sacerdotessa di Shallya, e ancor meno la carità di qualche dottore che possa visitarli e dare loro linimenti senza pagare, ma provano ad affidarsi al creatore dei loro tormenti. Nurgle accoglie gli oppressi, gli ultimi, e coloro che non hanno niente altro per cui vivere, elevandoli con le tante benedizioni che può offrire loro, e che stranamente e lentamente smettono di causare dolore ed allontanano la morte, invece di renderla prossima. Il principale simbolo di Nurgle è quello formato da tre sfere messe a triangolo con un vertice verso il basso, che gli studiosi interpretano come pustole ascessi o altri sintomi di malattia. Il prescelto di Nurgle scopre spesso questo simbolo crescere su una delle sue prime piaghe. Altri simboli sono la mosca, tentacoli, stomaci aperti, e coppe disgustose. I suoi colori sacri sono il verde marcio, il giallognolo, e il marrone. I suoi seguaci indossano cenci nauseabondi incrostati di vomito e vestiti logori, nei suoi colori, adornati con arti marci, carne infetta e teschi. Spesso, quando errano per il Vecchio Mondo per predicare e diffondere le benedizioni del dio, portano come stendardi bandiere sporche. Gli animali sacri a Nurgle sono le mosche, i vermi e le cornacchie, sebbene ogni creatura che banchetti con la carne putrefatta o diffonda piaghe virulente sia favorita ai suoi occhi. Gli animali allo stremo delle forze a causa di piaghe e malattie sono spesso sacrificati a Nurgle e lasciati a decomporsi nei pozzi o nei magazzini alimentari per diffondere altre epidemie.

Precetti

  • Va in cerca di nuovi morbi, perché essi sono le benedizioni e i segni del favore di padre Nurgle. 
  • Istruisci il mondo nella munificenza dell’amore di Nurgle. Non essere avaro con i suoi doni e condividili ogni volta che puoi. 
  • Cerca la bellezza in tutte le cose e, quando la trovi, rendile onore, rendila perfetta condividendo con essa le benedizioni di Nurgle. 
  • Abbi pietà per chi segue il Signore del mutamento, perché non conosce il vero significato della squisitezza. Non mancare di conferir loro i doni più grandi, e condividi con essi la vera essenza delle tue afflizioni.